Pubblicato da: matteobatisti | dicembre 16, 2008

Lutto a Natale

Non se ne vorrebbe mai parlare, ma certo la morte è una delle poche certezze della vita che non può essere negata da alcuno. Quando poi la mietitrice  colpisce nel periodo natalizio, ebbene diventa tutto più complesso, perché sembra quasi che sia fuori luogo. Tutto intorno a noi spinge perché diamo seguito ad un pensiero bello, quello di fare regali, con un consumismo che invece dovrebbe essere sfrenato e sregolato….

Se in questo trambusto di luci, pacchetti, fiocchi e carta regalo, una delle persone care viene a mancare, ebbene il natale cambia, diventa diverso, subisce una metamorfosi radicale. Cadono le stelle, spariscono le luci, tutto viene ridotto all’essenziale, perché ci riconduce al centro, all’obiettivo, ad una consapevolezza che cerchiamo di negare in qualunque modo, fino alle estreme conseguenze, che ci conducono a guardarci dentro. Continua a leggere…

Annunci
Pubblicato da: matteobatisti | dicembre 11, 2008

La terza età

Si avvicina il periodo natalizio, in tanti pensiamo ai regali e riflettiamo sulle nostre disgrazie, perché non abbia più certe economicità che ci permettono di soddisfare ipotetici bisogni. Il periodo sembra critico, ma forse ci scordiamo o tendiamo ad avere una memoria eccessivamente corta e non ricordare che altri sono stati i veri periodi neri della storia.

In questo una fascia di età, che sicuramente vive tra mille disagi il tempo odierno, può essere un vero valore aggiunto, in più di una situazione. Se è vero che l’Italia si avvia a raggiungere notevoli vette nella presenza degli anziani come percentuale della popolazione, è altrettanto vero che la scarsa lungimiranza del nostro paese non ci sta portando a comprendere al meglio che una ipotetica debolezza può essere trasformata in un motore del rinnovamento. Continua a leggere…

Pubblicato da: matteobatisti | dicembre 10, 2008

Il futuro del Management

Il libro di cui parlo è sicuramente molto particolare, in quanto il titolo lo farebbe collocare tra i saggi che attirano poche attenzioni, in quanto troppo tecnici. Questo errore pò condurre anche a ritenere che sia un saggio che voglia fare voli pindarici verso idee o luoghi che devono conviverci di pratiche o strategie particolari per la gestione dell’impresa.

Niente di più errato, in quanto l’autore, Gary Hamel, è una persona di raro ingegno che ha scritto un libro accessibile a tutti, in particolar modo a chi di management non è detto che se ne occupi direttamente. C’è un analisi puntuale e concreta della situazione, che prende spunto da casi di successo importanti per segnalare la strada che i manager e chi lavora nelle aziende dovrebbe intraprendere per il futuro. 

Stimoli e riflessioni, senza però indulgere su delle indicazioni dirette, bensì lasciando liberi di sperimentare e di ragionare da parte di chi riceve gli input di questo libro. Leggerlo aprirà nuovi orizzonti di riflessione anche per chi non si è mai posto molte domande, subendo spesso passivamente la gestione imposta da parte di manager spesso ciechi e non lungimiranti.

M.Bat

Pubblicato da: matteobatisti | dicembre 6, 2008

Recessione

Ormai tutti ne parlano e tutti cercano di dire la propria per cercare di dimostrare la propria competenza a riguardo. L’unica verità, palese, è che il modello economico che ha monopolizzato l’economia mondiale mostra il suo tallone di achille dimostrando che il mercato è vittima di se stesso.

Ovviamente le persone colpite non sono i ricchi e benestanti, che in questi periodi di crisi riescono a fare gli affari migliori per ritrovarsi, quando l’economia ricomincerà la propria risalita, ancora più ricchi di prima, con un divario che aumenta verso la classe povera ed assottiglia sempre di più la fascia media della società.

La borghesia andrà a sparire, o sarete ricchi o sarete poveri, anzi no. Meglio dire che ho sarete tra quelli che finanziano o tra quelli che saranno indebitati con le banche, spendendo molto più di quanto guadagnate e gestendo i flussi di denaro con finanziamenti, mutui, dilazioni, in un continuo rapporto debitorio verso gli istituti di credito. Quanto succede negli USA dimostra come questo modello sia pericoloso e concretamente basato su una economia volatile e speculativa, ma purtroppo sempre più diffusa.

Continua a leggere…

Pubblicato da: matteobatisti | dicembre 2, 2008

Gomorra

Che dire, non immaginavo, non credevo fosse possibile, ma è veramente vero?

Queste sono alcune delle domande che ha persone “normali” o comuni potrebbero venire in mente leggendo il bel libro di Roberto Saviano, anche se l’uso dell’aggettivo bello lascia molto perplessi.

In effetti un libro simile sembra raccontare quei fatti che normalmente non vorremmo sapere, ma che consciamente, almeno in molti casi, abbiamo sentito raccontare. Certamente il libro stupisce per molti passaggi, in quanto non tutto è così noto ed è ammirabile il coraggio con cui l’autore si espone, facendo nomi e cognomi e dimostrando con riferimenti precisi che quanto riportato non è un racconto di altri, bensì un esperienza diretta. Continua a leggere…

Pubblicato da: matteobatisti | dicembre 1, 2008

Siate affamati. Siate Folli!

Normalmente non mi metto a riportare dei video, ma sinceramente quanto espresso da Steve Jobs in questo intervento, merita spazio per essere ascoltato.

 

Il mio augurio è di vivere con la passione che lui ci consiglia!

M.Bat

Pubblicato da: matteobatisti | novembre 27, 2008

Trilli

Non pensavo mi sarei fermato a vedere questo film uscito in dvd, anche perché la sua collocazione nel mercato e la sua specificità non sono così confacenti al sottoscritto.

Normalmente poi non mi diletto in cartoni della Disney, salvo non abbiano attratto la mia attenzione per il loro contenuto ed in questo caso non avevo idea di cosa parlasse il film. Ebbene, sono rimasto positivamente colpito da un messaggio corretto e giusto: ognuno di noi ha i propri talenti ed il proprio ruolo al mondo.

E’ chiamato ad amministrare i doni ricevuti e in questa maniera potrà realmente far fruttare la propria esistenza, rendendosi utili agli altri e vivendo realmente in pace ed in allegria. Ovviamente, come in tutte le storie, ma come spesso accade anche nella vita, se si ha il coraggio di prendere la strada stretta, cedendo ciò che si riteneva essenziale, questo ci viene restituito con il centuplo, come la storia di Isacco insegna.

Una nota, è veramente romantico pensare che le fate nascono dalle risa dei bambini, un pensiero che mi fa sorridere e intenerire pensando a quante volte sottovalutiamo proprio l’allegria dei più piccoli.

M.Bat

Pubblicato da: matteobatisti | novembre 20, 2008

Iron Man

Ormai di film ispirati ai fumetti della Marvel o simili sono piene le sale e le videoteche, per cui non tutti prenderanno seriamente questo film, che parla di un personaggio dell’universo Marvel, ma certo rischiano di perdersi una pellicola valida.

Infatti il film in oggetto è forse uno dei migliori riusciti, in linea con il primo Fantastici 4, sia per trama che per gli attori scelti. L’attore principale Robert Downey Jr. è assolutamente credibile nella sua parte ed il film risulta molto ben fatto per il dipanarsi della trama e per il ritmo, serrato ma comprensibile. Diventa un utile viaggio che esplora alcune delle trame del fumetto, ma soprattutto permette di abbinare, in modo non sciocco, la crescita di un essere umano che cambia il proprio punto di vista per svestire le mschere che la socità gli impone ed indossare, paradossalmente, un armatura.

Visto che sono in cantiere il sequel per il prossimo anno e i vendicatori, come accennato al termine di Hulk, per il 2010, speriamo che la qualità si mantenga agli stessi livelli!

M.Bat

Pubblicato da: matteobatisti | novembre 10, 2008

L’Arpa di Davita

Un libro importante, non per le dimensioni, non per la fama dello scrittore, Potok C, comunque rinomato, ma per la capacità di attraversare l’animo umano in momenti diversi della sua crescita, sempre mantenendo la capacità di stimolare e coinvolgere il lettore.

Il libro è ambientato subito prima della seconda guerra mondiale e segue il corso di eventi storici importanti, ma lo fa guardandoli da lontano e sottolineando come questi influenzino la cultura americana del tempo, come possano cambiare il modo di pensare di comunisti, fascisti, ebrei, capitalisti e come possano toccare l’animo umano.

Quando l’uomo da sfogo alla propria sofferenza trasformandola in rabbia, il dolore, altra faccia della medaglia, non può essere che dietro l’angolo. Il libro parla di grandi sofferenze, ma anche di rinascite, di poesia e di tristezza, veleggiando in maniera leggiadra tra i vari personaggi e descrivendo alcuni aspetti della religione ebraica certo non così noti ai più.

Continua a leggere…

Pubblicato da: matteobatisti | novembre 4, 2008

Forum in Vaticano

Interessante il riferimento al forum in vaticano che si trova a cercare un dialogo tra Islam e Cristianesimo. L’articolo che vi segnalo riporta alcune riflessioni sincere ed apprezzate sul clima in cui iniziano i lavori:

Dialogo Islam-cristianesimo. Al via il Forum in Vaticano

Le speranze sono contenute, ma certo di momenti di confronto per cercare di superare i problemi che esistono da secoli, spero se ne creino di più. La mia perplessità è legata ad una riflessione che vede come altri poteri forti possano interferire con questi processi. Continua a leggere…

« Newer Posts - Older Posts »

Categorie