Pubblicato da: matteobatisti | dicembre 26, 2007

Max Weber e la politica

Una piccola digressione su un autore che ho scoperto recentemente e che mi attira molto per l’approccio che ha attuato: Max Weber.

Autore interessante perché inseme ad altri, suo antecedenti storici a dire il vero, ha dato vita alla scienza sociologica ed alle riflessioni su quanto è legato alla nostra società. Sebbene la sua opera più importante sia L’etica protestante e lo spirito del capitalismo, altre opere, meno grevi come tipologia, sono di più facile accesso, eppure contribuiscono con notevoli spunti di riflessione.

Mi riferisco alla Politica come professione ed alla scienza come professione, due conferenze che l’autore ha poi raccolto per poter condividere le proprie riflessioni sugli argomenti. Direi che sarebbe interessante leggere questi brevi testi per comprendere come una persona vissuta ormai quasi un secolo fa, riesca a leggere in maniera così attuale i comportamenti di molti dei politici esistenti. Ma ancora più sorprendente è la contrapposizione di chi vive per la politica e di chi vive di politica, ovvero la “lotta” tra politi da eleggere che dovrebbero fare il bene comune e i burocrati, che salvaguardano i loro interessi e talvolta anche quelli dello stato.

Non voglio mettermi a sparare a zero su Prodi o Berlusconi, il nome del leader serve a ben poco, quando tutta la base e la stessa macchina burocratica sono ormai deviati dal giusto percorso e vivono espressamente non per una gestione, ma soltanto di politica, per alimentare propri interessi particolari senza alcun contributo la bene comune o alla necessaria crescita del paese.

La riflessione di Weber va in molte direzioni diverse, si spinge fino alla Cina, nelle quali non dimentica di congiungere la strutturazione politica alla base religiosa e alla struttura societaria, conscio che il rapporto tra questi fattori ha avuto ed avrà sempre un peso specifico notevole se non basilare.

Il mio consiglio, come avrete compreso, è di dare uno sguardo a questo libro, ma anche di cercare di riflettere su quanto esiste nella politica italiana e da dove derivino questi frutti. Facciamo presto a liquidare come ladri i quattro politici eletti, ma le persone che lavorano per la Pubblica Amministrazione sanno bene quanti colleghi si approfittano delle loro posizioni per fare interessi contrastanti con quelli del datore di lavoro.

Se poi neghiamo a noi stessi queste verità, allora appare difficile comprendere come le nuove generazioni possano ricevere messaggi positivi e comprendere che il bene comune e la salvaguardia della società sono dei valori da preservare. Vedranno solo quello che noi indichiamo e diciamo che è vero e veritiero: ognuno pensi a se, per il resto lo stato è una vacca da mungere.

Sono molto lontano dalla verità? Forse esagero e mi spingo oltre quanto noi esprimiamo a parole, ma d’altra parte gli scontrini non fatti, le tasse non pagate, tutte le scappatoie che troviamo, non dicono che in fondo anche noi non ci crediamo in questo bene comune?

Vi auguro una buona lettura, magari foriera di altre e più profonde riflessioni, che mi farebbe piacere condivideste.

M.Bat

Annunci

Responses

  1. Grazie per questa riflessione. http://calogeromira.wordpress.com (Ci sono alcuni testi su Max Weber, ma in inglese. Basta cercare “Max Weber”).

  2. “Max Weber e la politica Come Mai” was a
    superb blog post, can’t wait to read through
    more of your blog posts. Time to waste several time on
    the web lmao. Thank you -Denisha


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: